Calcio inglese…

10 01 2008

Il primo giorno dell’anno Alex Ferguson ha riacceso una polemica che in verità non si era mai spenta, fin dai tempi dei famosi “sandwich con i gamberetti” di Roy Keane. Parole dell’allenatore del Manchester United: “ Nella partita casalinga con il Birmingham sembrava di essere ad un funerale tanto il pubblico è stato silenzioso: non volava una mosca, proprio nel momento (lo United ha vinto con uno stentato 1 a 0 ) in cui più avevamo bisogno dei nostri tifosi”. Pronta, il giorno dopo, la replica di Colin Hendrie, che è a capo della Indipendent Manchester United Supporter Association : ”Ormai l’Old Trafford è stato trasformato in uno stato di polizia, sono gli steward che comandano. Non ti permettono nemmeno più di alzarti in piedi, al massimo qualche secondo dopo i gol e poi subito seduti. La maggior parte del pubblico vive nel terrore che uno steward lo venga a prelevare dal suo posto e gli requisisca un abbonamento annuale da 1000 sterline(possono farlo e l’hanno già fatto più volte all’Old Trafford). Con queste premesse, che clima pensa di trovare Ferguson all’interno dello stadio?”. Il problema è ormai risaputo. Dal 1990, cioè dall’applicazione del famoso Rapporto Taylor, gli stadi britannici sono profondamente cambiati, diventando più sicuri e più confortevoli. Allo stesso tempo l’atmosfera che tanto ci ha fatto innamorare di quel calcio si è via via persa. Le società – e questo non solo in Inghilterra- al tifoso ormai preferiscono il cliente, al fan autentico lo spettatore, al quale ormai si cerca di vendere un pacchetto completo di servizi (posto in tribuna allo stadio, pranzo al ristorante convenzionato, carta di credito della società). Il tifoso, come lo intendiamo noi, cioè quello che va in curva, si compra il panino al baracchino e si fa una pinta in qualche pub fatiscente, non interessa più. Salvo poi chiedere il suo supporto nei momenti di difficoltà in campo.

ferratoluca@hotmail.com
(in esclusiva per La Settimana Sportiva, appuntamento a mercoledì 16 gennaio 2008)


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: