Buone notizie – (se fossero vere…)

7 03 2008

Mastella: «Rinuncio a candidarmi»

Il segretario fa dietrofront amareggiato: «Sconfitto prima del voto, linciaggio morale contro di me»

Clemente mastella (Lapresse)

ROMA – «Sconfitto, prima ancora di essere probabilmente sconfitto sul campo, rinuncio a candidarmi». Clemente Mastella amareggiato fa dietrofront. E cinque giorni dopo l’annuncio della propria candidatura a premier alla testa di un partito in corsa solitaria alle elezioni di aprile, ci ripensa e si ritira del tutto dalla corsa. Lui che, in seguito all’arresto della moglie e all’apertura di un’indagine nei suoi confronti, ha di fatto provocato la caduta del governo Prodi, innescando il processo politico che ha portato al voto.

OAS_AD(‘Bottom1’);

POLITICAMENTE ISOLATO – Il segretario dei Popolari Udeur, colpito dalla continua emorragia di ex compagni in fuga dal partito e sempre più politicamente isolato, getta la spugna e in una nota attacca: «Sconfitto per una costante e manipolata disiformazione con la pubblica opinione, determinata da una scientifica operazione di linciaggio morale contro di me, costruita mediaticamente, politicamente e giudiziariamente». Per queste ragioni, prosegue Mastella, «sono diventato una sorta di uomo nero, di cui liberarsi e sul quale scaricare tutte le responsabilità del sistema politico. Stretto nella tenaglia, ho retto fino a quando ho potuto sapendo di avere subito ingiustizie clamorose e ben cosciente della mia onestà e innocenza».

L’AMAREZZA – Poi l’ex Guardasigilli dice: «Mentre ringrazio quanti, anche in queste ore, mi spingono a restare sul terreno di gioco, ho deciso di non candidarmi al parlamento italiano per le prossime elezioni politiche. Spero così di essere anche più libero e di ritrovare finalmente una serenità che con violenza e ad arte mi è stata tolta». A questo punto, conclude Mastella, «confesso che un pò di amarezza in tutto questo c’è, ma forte anche della cultura e della saggezza contadina del mio sud, non mi arrendo e se, e qualora ci saranno condizioni diverse, dò l’arrivederci a quegli amici che generosamente e in modo solidale mi sono stati vicino».

LA FAMIGLIA – A stoppare le voci insistenti poi su una possibile candidatura di sua moglie e di suo figlio ci ha pensato un comunicato della partito: «Nessuna ipotesi di candidatura né per la moglie del segretario dei popolari Udeur, Clemente Mastella, né per i figli» puntualizza l’ufficio stampa dell’Udeur smentendo l’ipotesi circolata in merito nel pomeriggio.

06 marzo 2008


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: