La rete è dei furbi…

9 03 2008

MILANO – E’ italiano il video più visto di sempre su YouTube. E’ firmato dal fotografo e blogger Clarus Bartel, nostro connazionale nonostante il «nome d’arte» con cui si presenta in Rete. Con 89 milioni di visite in poche settimane (di cui 2 milioni nelle ultime 24 ore), il suo remix di «Music is my Hot Hot Sex» delle brasiliane Cansei de Ser Sexy (in italiano «sono stanca di essere sexy») è da settimane in testa alla classifica dei filmati più cliccati sul popolare portale di video americano. In perfetto stile web.2.0, si tratta di un videoclip amatoriale a cui è riuscito di superare lo storico leader di questa classifica, «Evolution of dance» (che si è fermato a 12 milioni di visite).

REMIX – L’italico Bartel si diverte a montare e smontare film e videoclip. Come ha fatto in questo caso: ha infatti preso le immagini delle Css prodotte per un’altra loro canzone dalla web tv Qoob all’inizio del 2007 e le ha rimontate sul nuovo brano. Proprio quello usato in uno spot dell’iPod Touch della Apple.

PERPLESSITA’
– Il successo improvviso del videoclip ha suscitato però qualche perplessità: da un lato i milioni di contatti realizzati in pochissimo tempo, dall’altro il basso rapporto tra numero di accessi e commenti degli utenti hanno infatti insospettito i gestori di YouTube. Qualche blogger è andato persino a caccia di prove per dimostrare che è un boom taroccato. Andy Baio per esempio ha analizzato il traffico della clip incriminata, evidenziando che pochissimi utenti lo votano: come se le visite fossero generate da un sistema automatico. Un portavoce di YouTube ha dichiarato che sono in corso indagini per chiarire la reale natura del traffico generato dal video dei CSS e che il sito di proprietà del motore di ricerca Google «prenderà provvedimenti appropriati al termine dell’inchiesta». Tant’è che YouTube ha «sospeso» il video dalla classifica.

ESCAMOTAGE – C’è però anche chi non crede all’imbroglio e ritiene che la chiave del successo del clip si spieghi con il ricorso ad alcuni escamotage: dall’uso di «sex» e «sexy» nel titolo alla scelta strategica di parole ricercatissime come «barack», «obama», «apple» usate come tag (le parole associate al video per identificarlo). Furbate acchiappa-clip autorizzate, tutt’altro che illegittime per chi cerca popolarità su Internet. Almeno finora.

Alessandra .Muglia
07 marzo 2008(ultima modifica: 08 marzo 2008)


Azioni

Information

One response

10 03 2008
phuongnana

This post is very hoting, and this blog is high ranked in
the top blogs report
. You can
earn some money with a good blog
like this.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: