L’utente iPhone è…

20 04 2008

In attesa della versione 3G, di quella “low cost” e forse anche di quella a conchiglia, l’iPhone oggi piace, e tanto, così com’è. Per lo meno negli Stati Uniti. E non importa se “tradisce” uno degli slogan che hanno fatto la storia di Apple, quel “Think different” personificato in Steve Jobs che ha segnato dal 1997 al 2002 l’avvento sul mercato dei prodotti Macintosh.
Più che oggetto pensato per cambiare il mondo (e soprattutto il modo di usare un dispositivo hi-tech), l’iPhone ci appare come un oggetto del desiderio (di pochi), un lusso a portata solo di una certa elite di consumatori. Da coloro che possono comprarlo (a 399 dollari) come gadget da mostrare ai party e nei ritrovi alla moda. Sono curioso di leggere fra un anno una simile indagine condotta in Italia e scoprire se l’utente “ideale” del melafonino è il calciatore che va al Billionaire o l’intellettuale alternativo. O entrambi.

_Spendaccioni
Lo spunto di questa riflessione mi viene da uno studio effettuato dalla società di ricerca americana Rubicon Consulting su un campione di circa 500 utenti dello smartphone. Studio che degli “iphoners” ha tracciato profilo, abitudini e vezzi. Intanto l’età. La metà di coloro che hanno in tasca il melafonino ha meno di trenta anni e il 15% sono studenti; tutti hanno una capacità di spesa non indifferente visto che e considerato che la bolletta mensile è cresciuta in media del 24% arrivando a 228 dollari pro capite l’anno.

_Tecnocrati
I fan dell’iPhone sono inoltre utenti avvezzi con la tecnologia, e lo conferma tre cose: solo il 10% di quelli oggetti di studio sono al primo cellulare, un terzo ne possiede anche un altro e poco più di un quarto dichiara di usare l’iPhone quale migliore alternativa al computer portatile, anche per leggere le mail, non a caso la funzione più utilizzata. Altri dati elaborati da Rubicon Consulting fanno capire inoltre come il super cellulare di Apple abbia rubato vendite ad illustri concorrenti e dato comunque un forte impulso al mercato a stelle e strisce degli smartphone e dei telefonini in generale. Si è scoperto infatti che il 40% degli utenti dell’iPhone hanno sostituito il loro “vecchio” smartphone (sorry, Blackberry) e circa il 50% ha messo nel cassetto il telefonino tradizionale (ahi ahi ahi, Motorola Razr).

_Critici
Gli iPhoners, infine, non si sono sottratti dal muovere osservazioni alla loro tanto amata creatura. Il 43% auspica infatti migliore quali il ripensamento delle dimensioni o l’aggiunta di una tastiera, il che induce a pensare come la presenza esclusiva del touchscreen possa aver frenato molti potenziali consumatori. L’altra pecca evidenziata nelle risposte, decisamente più significativa della precedente, sono problemi di navigazione ricorrenti su alcune pagine Web, lamentati dal 40% degli intervistati. Per un terminale che dell’interattività con il mondo digitale fa uno dei punti di forza non è in effetti un difetto da poco.

Fonte | MyTech


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: