Ricevo e tristemente pubblico

22 11 2008

La pizzeria 'Dai finanzieri' (foto Donzelli) Rovigo, 19 novembre 2008 –La lista di locali che chiudono la propria attività a Rovigo continua ad allungarsi, lasciando il vuoto dietro le serrande abbassate.
Quella di Gianfranco è una realtà che ha accompagnato la storia della nostra città, soprattutto dopo il calare del sole, quando il divertimento della notte tiene i giovani svegli fino a tardi.
La pizzeria al taglio ‘Dai finanzieri’ saluta i clienti, e si prepara definitivamente a spegnere la luce nell’orario notturno.
Fra un paio di settimane infatti non si avrà più la possibilità di fermarsi a mangiare lo storico trancio ‘Gti’, una bomba in formato pizza: prosciutto, funghi, wurtstel e salamino piccante. Una vera chicca per i più temerari, abituati a trangugiarne almeno un paio alle cinque della mattina uscendo dalla discoteca.
Gianfranco Bellinello, proprietario della pizzeria, si prepara quindi a dire addio alla clientela notturna, riducendo l’orario di lavoro al solo turno diurno.


Doveroso
specificare che si tratta di una decisione fortunatamente dovuta non alla crisi (“il settore della notte per ora non è così tanto in difficoltà” ha spiegato Gianfranco), bensì al paradosso nato dal comportamento di una buona fetta di clienti: proprio quei clienti che per anni hanno tenuto viva l’attività si sono rivelati la causa principale di tutti i problemi con il vicinato. Grida e schiamazzi da tempo facevano da sottofondo al sonno disturbato del palazzo, spesso molestato dai clienti un po’ alticci che decidevano di concludere qui la loro serata. E così si è deciso lo stop.
Con la chiusura della versione notturna della pizzeria ‘Dai finanzieri’ se ne va quindi anche una parte di Rovigo, quella Rovigo abituata a non dormire di notte, a divertirsi fino all’alba e ad arrivare con la pancia vuota alla fine della festa. Ora le uniche alternative per l’acquolina notturna resteranno le piadinerie. Ottime, indubbiamente. Niente a che vedere però con le ‘prosciutto e funghi’ che hanno accompagnato i lunghi sabato sera, quando la voglia di andare a dormire poteva tranquillamente attendere… almeno fino all’ultimo boccone di pizza.

di L. B.

Gruppo di sostegno su Facebook


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: