I 10 sensi incredibili degli animali

12 08 2009

Sensi incredibili

L’ uomo è un essere vivente che ha delle limitazioni sensoriali che molti altri animali non possiedono: visione notturna, percezione delle correnti elettriche, termovisione, olfatto super-sviluppato, e via dicendo.
La classifica che riporto sotto, stilada da LiveScience, mostra i 10 sensi animali più incredibili

Posizione 10: radar dei pipistrelli
I pipistrelli sono in grado, attraverso il loro sonar biologico, di volare evitando ostacoli, cacciare, afferrare al volo insetti e ritrovare la via di “casa” sfruttando il ritorno delle onde sonore riflesse dall’ ambiente che lo circonda. Il sonar, definito ecolocalizzazione, è utilizzato anche dai delfini per orientarsi e cacciare in acque torbide.

Posizione 9: l’elettricità dello squalo
Gli squali sono in grado di percepire debolissime correnti elettriche emesse da pesci e quanlunque altro essere vivente anche a distanza di chilometri. Le Ampolle di Lorenzini, lo strumento biologico di cui si serve, sono una rete di canali che contengono uno speciale gel elettro-conduttivo, tramite il quale gli squali sono in grado di percepire le correnti elettrobiologiche emesse dagli animali.

Posizione 8: la termovisione dei serpenti
I serpenti dispongono di un meccanismo di individuazione delle emissioni termiche, posto ad ogni lato della testa, in modo da fornire una visione termica completa di profondità e adatta a calcolare la distanza della preda, anche nell’ oscurità più totale

Posizione 7: visione all’ ultravioletto
Alcuni uccelli, come il colibrì, ed insetti dispongono di un apparato visivo differente dal nostro: è in grado di percepire la luce secondo lunghezze d’onda differenti e non visibili ad un occhio umano, osservando colori per i quali non abbiamo nemmeno dei nomi, in quanto ci sono completamente estranei.

Posizione 6: visione notturna dei felini
I felini possiedono, nella parte posteriore dei loro occhi, una sorta di membrana a specchio (tapetum lucidum) che consente loro di vedere anche nell’ oscurità quasi totale. Quetsa membrana riflette la luce dopo che ha già attraversato la retina, facendole compiere un “doppio percorso” ed amplificando situazioni di scarsa luminosità.

Posizione 5: olfatto molecolare
I serpenti possiedono una lingua che il più delle volte ci suscita ribrezzo, ma si tratta di uno strumento biologico raffinatissimo, in grado di percepire singole molecole diffuse nell’ aria da animali. Il serpente “cattura” con la sua lingue le molecole, e le riporta all’ organo di Jacobson, posto all’interno della bocca, sul palato, il quale le trasforma in segnali elettrici da inviare al cervello per l’elaborazione

Posizione 4: percezione dei feromoni
Alcuni animali, come ad esempio le farfalle, possono captare “segnali sessuali” emessi attraverso feromoni anche a 10 km di distanza. Anche gli umani sono in grado di percepire i feromoni, ma solo a distanza ravvicinata, ed è per lo più un meccanismo inconscio.

Posizione 3: baffi sensoriali
I ratti, per quanto disgustosi, hanno in dotazione dei baffi straordinari (vibrisse), che svolgono la stessa funzione di un bastone per ciechi. Agitandoli nell’ aria, supportano la loro vista scarsa utilizzando un “secondo senso del tatto”, creandosi immagini complesse dell’ ambiente che li circonda sommando il senso della vista alle informazioni raccolte con i baffi

Posizione 2: udito subacqueo
Alcuni pesci sono in grado di percepire suoni grazie a delle vesciche d’aria, che percepiscono le vibrazioni prodotte dai suoni e le trasferiscono ad un orecchio interno attraverso un sistema di ossa chiamato apparato Weberiano. Una serie di ciglia poste nell’ orecchio trasmette i segnali vibratori al cervello del pesce.

Posizione 1: orientamento geo-magnetico
E’ un meccanismo che è ancora in parte sconosciuto ai ricercatori di tutto il mondo. Molti uccelli, specialmente i migratori, sono in grado di percepire il campo magnetico terrestre. Come lo facciamo è ancora un mistero, ma si ipotizza che possano aver sviluppato una forma di sinestesia in grado di fargli vedere le linee magnetiche terrestri come blocchi colorati o luminosi. Noi umani siamo solo in grado di trovare la posizione ed orientarci tramite il sole e l’utilizzo di punti di riferimento, ma molti di noi non sono nemmeno in grado di orientarsi con questi due elementi.

About these ads

Azioni

Informazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 722 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: