Interessante questo SparkleShare

27 10 2011

Sparkleshare è un servizio open source molto simile a Dropbox per condividere file e permette la collaborazione e il versioning grazie a Git. Il software è multipiattaforma e con il recente aggiornamento è disponibile anche su Android.

Attualmente l’applicazione ci permette solamente per navigare tra i nostri file ed eventualmente scaricarli, per poterne caricare altri o per modificare quelli esistenti si deve pazientare ancora un po’. Per poter connettere il proprio dispositivo Android con il server SparkleShare, è necessario configurare il tutto nel modo corretto tramite la SparkleShare Dashboard. Il team di sviluppo per agevolare i non proprio pratici ha creato questa piccola guida che può risultare davvero utile.

La dashboard per funzionare necessita di odejs >= 4 quindi per poterla utilizzare è necessario installare il pacchetto apposito; se poi siamo utenti Ubuntu con una versione precedente a Oneiric, dobbiamo utilizzare questo PPA ed installare il pacchetto nodejs. Possiamo installare l’applicazione di SparkleShare direttamente dal Market Android e trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Via | SparkleShare

Annunci




Risolvere il problema del campo assente nell’iPhone con fw 2.2

29 01 2009

Finalmente una valida soluzione per evitare il problema dell’assenza campo dell’iPhone 3G dopo l’aggiornamento alla v.2.2.
Questo file Restore, opportunamete patchato, aggiorna il vostro iPhone 3G ma lasciando il Baseband precedente. In questo modo si potranno continuare ad usare le varie Unlock-sim (Universal, Tornado ecc.) senza incorrere nel problema dell’assenza campo (quella fastidiosa scritta NESSUN SERVIZIO sul display del vs. iPhone).

Scaricate il file da qui:
iPhone22_Custom_Restore_iLikeMyiPhone_Activated.zip

Caratteristiche del Custom:

  • No boot logos (standard apple logo)
  • 533mb root partition
  • No baseband upgrade
  • Cydia and Installer incluse
  • Activated for T-Mobile
  • You tube activated




Aggiornato il PR..perso un altro punto :(

29 09 2008

Non che sia ossessionato dal PageRank di Google, ma lo ritengo certamente l’unico strumento valido per dimostrare quanto rilevante sia globalmente  il tuo blog..

Certo da quando ho aperto il blog ad adesso la mia vita e’ decisamente cambiata…non ho + tanto tempo da dedicare agli articoli e mi piacerebbe scriverne molti di piu’…

Di certo pero’ dai bei periodi del PR7 in cui vincevo contest anche grazie al PR elevato ad adesso che ho PR4 vorrei far notare che le visite medie giornaliere sono quasi raddoppiate…nell’ultimo mese la media e’ di oltre 2000 visitatori unici (ieri il record a 3700 e rotti). Mancano un po’ di backlinks…ma non e’ che a Google interessa di + il gossip che da un po’ di tempo non ho il tempo di trattare ???

Comunque ho una grossa novita’ in mente…stay tuned !





UpSiteMe

18 04 2008

What is this?

In the age of Web 2.0 the user is often the producer and the consumer of the information published on a website. The user can be notified of every change, being the information pushed to him in form of email, RSS syndication, etc. But not all websites in the internet are 2.0 yet, so upsiteme helps you to be informed of all this important sites for you.

How does it works

  1. Sign up for a free account.
  2. Add all the URLs you want to follow.
  3. Continue with your day-to-day life, we’ll notify you (email or RSS) each time one of those URLs changes!.

Features

  • Follow any URL, including images, not just HTML
  • Sites are checked every 6 hours
  • Receive change notifications per email and/or RSS
  • more…




Il ritorno di Autopatcher

29 11 2007

Ciao a tutti,
fiduciosi e non… finalmente ho trovato il tempo per mettere su la prima beta di APUP.
Come già annunciato nella sezione comunicazioni, questa beta serve realmente a me e agli altri sviluppatori come banco di prova per lo sviluppo del software.
Quindi, pregherei di non intesara la discussione con commenti che non siano strettamente legati a quanto ho appena detto sopra.

Passiamo alla fase operativa: scaricate l’ultima versione di APUP che trovate allegata a questo post. Ricordate che la versione “attaccata” a questo messaggio sarà sempre la più aggiornata.
Decomprimete i file in una cartella (NON ESEGUITELI MENTRE SONO COMPRESSI!).
Avviate il file apup.exe.
Mentre eseguite queste e le altre operazioni che verranno, la cartella in cui risiedeva esclusivamente apup.exe e le sue librerie, si popolerà di altri file che, ovviamente, sono necessari al funzionamento del software.
Come vi ho appena detto, dopo pochi secondi dall’avvio verranno elencate le release disponibili. APUP riconosce la lingua di default del vostro SO e seleziona solo le release compatibili.
Nota: Le impostazioni di default selezionano anche le release per Office, questo problema è dovuto ad un errore del releaser che si occupa di Office. Avrete dunque questa situazione:

Selezionate, quindi, solamente le voci “AutoPatcher Engine 5.6.81” e “AutoPatcher per Windows XP (x86) – Beta v1.0” (che dovrebbero selezionarsi automaticamente…), come nell’immagine sotto, e cliccate “Next”.

Durante l’utilizzo del software potreste imbattervi in alcuni problemi, alcuni dei quali noti e altri ancora sconosciuti.
Trovate l’elenco dei bug noti più in basso in questa stessa discussione.
Vi pregherei dunque di segnalare eventuali bug del programma (apup.exe), eventuali errori relativi allo script che permette il download dei file, impressioni sul software, proposte di miglioramento, proposte di aggiunta/rimozione feature, etc.

Spero di essere stato abbastanza chiaro… in caso non esitate a chiedere delucidazioni.

Concludo invitandovi calorosamente a:

  • Prendere visione dei bug noti prima di procedere
  • Diffidare da eventuali pack NON UFFICIALI distrubuiti su canali P2P, ftp o http: attualmente non esiste una release di AP, l’unica di cui garantisco la provenienza è quella che potrete scaricare con APUP
  • Non perdere la pazienza se lo script presenta errori… se vi dicessi in che fasce orarie l’ho compilato, solo pochi di voi mi crederebbero Grin
  • Partecipare attivamente al beta testing dell’applicazione: se usato a dovere ci aiuterà davvero tanto

Bug attualmente noti:
1. Blocco improvviso (freeze) dell’applicazione mentre scarica i file.
2. Il ridimensionamento della finestra non funziona correttamente.
3. Possibile errore di “Autenticazione fallita per uno o più file”.
4. AP indica sempre “calculating…” nella colonna relativa alla stima della dimensione.
5. Dopo un freeze, APUP impiega molto tempo ad andare avanti con il download dopo aver cliccato sul pulsante next

Soluzioni temporanee ai bug noti:
1. Uscire dall’applicazione e quindi riavviarla, continuerà il download da dove ha interrotto.
2. Ancora non implementato.
3. Segnalatelo così verifico lo script.
4. E’ solo dimostrativo… la funzionalità, già implementata, verrà attivata in futuro nella versione RC o stabile.
5. Ragionevole… sta calcolando l’hash MD5 di tutti i file già scaricati così da non scaricarli nuovamente. La funzionalità di resume si base proprio su questo. In futuro ci sarà un messaggio che avvisa che l’operazione è in corso. Se APUP sembra essere bloccato, dategli solo un po’ di tempo per fare il suo lavoro.

A presto e grazie per il supporto alla fase testing.

Hash e dimensione del file allegato
Nome: apup.zip
HASH MD5: d5c46c9d79dace2883789000bfb5130d
Dimensione: 695.038 byte

Aggiornamenti e Changelog
27 Novembre

  • Rilascio script AutoPatcher per Windows XP SP2 ver.1.0

28 Novembre

  • Update ver.1.0: corretto modulo WindowUpdate e aggiornato lo script che rimane a ver.1.0
  • Aggiornato file apup.zip: per avviare il programma adesso è necessario lanciare il file apup.exe
  • Aggiunto bug 5

 

Download








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: